Olio nuovo, pane e olio extra vergine novello

Protagonista di sapori, profumi e gusto intenso che riempie vie e borghi. I frantoi italiani saranno operativi già dalla metà di Ottobre, il profumo e il sapore dell’olio nuovo è inconfondibile. Inizia il rito del pane e olio nuovo, pane e olio novello.
Ottobre/Novembre è quindi il periodo ideale per andare a vedere le fasi della lavorazione delle olive  nei frantoi (o magari partecipare alla raccolta),  e poi soprattutto per acquistare l’olio nuovo e partecipare al rito dell’assaggio sul pane bruscato (fette di pane fresco leggermente scottato sulla brace), un evento che immancabilmente viene ripetuto ogni anno in ogni frantoio (sono circa 6000 i frantoi in Italia ).
La bruschetta con l’olio nuovo (oppure semplicemente pane e olio novello) è un classico per assaggiare il sapore leggermente piccante dell’olio appena franto. L’olio nuovo ha come particolarità un gusto amarognolo, leggermente piccante dal profumo intenso e un colore giallo/verde, che fa parte proprio delle sue caratteristiche e della sua spiccata personalità.

Olio extravergine, calano le frodi

In una nota diffusa dalla Coldiretti si legge che, nel settore dell’olio extravergine di oliva, le frodi sono diminuite del 30-35 per cento in sei mesi. Questo risultato, secondo i carabinieri dei Nas, si è raggiunto grazie all’entrata in vigore del regolamento sull’indicazione obbligatoria dell’origine in etichetta.
Nel solo 2009, i militari hanno effettuato 1.216 ispezioni, rilevato 186 infrazioni penali; contestato 330 infrazioni amministrative.
Nel frattempo l’Unaprol informa che venti nuovi carabinieri dei Nas – Nuclei antisofisticazione e sanità, entrano a far parte dell’Albo nazionale degli assaggiatori di olio extra vergine di oliva.
Questi risultati, aggiunge il comandante dei Nas, devono far sì che venga accelerata l’introduzione dell’obbligo d’indicazione d’origine in etichetta anche per agli altri alimenti per i quali l’obbligo non sussiste.